• EVENTI
  • Concerto La natura di Vivaldi - Settenovecento
Concerto La natura di Vivaldi - Settenovecento

Concerto La natura di Vivaldi - Settenovecento

Naturalia. Rumori della natura, sospiri dell'anima

PROGRAMMA:

ore 16.00 - Seguendo un filo di seta

Partenza davanti al Museo della città in via Calcinari, 18.
Un percorso guidato che racconta la storia dell’industria della seta a Rovereto.
Partendo dalle sale del Museo della Città, per dialogare con oggetti unici, testimoni di un passato illustre, si varca poi il ponte Forbato per dirigersi nell’antico borgo S. Tomaso, dove il filatoio Colle Masotti apre le sue porte per svelare le tradizioni legate alla produzione della seta.
A cura di Fondazione Museo Civico di Rovereto.
Durata: 2 ore
Partecipazione SOLO assieme al concerto

ore 18.00 - concerto - La natura di Vivaldi

Rovereto | Giardino Candelpergher (S. Osvaldo)

Ensemble Aquafelix
Maria de Martini flauto dolce
Rebeca Ferri violoncello barocco
Salvatore Carchiolo clavicembalo
Paolo Perrone e Ottavia Rausa violini
Flavia Truppa viola e violino
Matteo Coticoni contrabbasso
Programma:
A. Vivaldi
Concerto per flauto e archi RV 428 Il Cardellino
Andante dal Concerto RV 551 per tre violini
Concerto RV 433 per flauto e archi La Tempesta di Mare
Largo dal concerto RV 118 per archi
Concerto RV 441 per flauto e archi
Allegro dal concerto BWV 975 per clavicembalo di J.S. Bach
Concerto RV 413 per violoncello e archi
Ciaccona del Concerto RV 114 per archi
Concerto RV 443 per flautino e archi

In caso di pioggia il concerto si terrà presso la Sala San Giuseppe.
Biglietti:
• € 6 esperienza + concerto (max 30 partecipanti)
• € 3 solo concerto (max 100 partecipanti)

PRENOTA APPUNTAMENTO (apre il link in una nuova finestra)

Dettagli

Informazioni sulla cancellazione

La prenotazione dell’esperienza/evento si formalizza tramite il versamento di una somma pari al 100% dell’importo richiesto.

Tale importo è regolamentato come segue:

  • Nel caso di cancellazione o annullamento da parte dell’organizzazione, verrà restituito il 100% dell’importo versato.
  • Nel caso di cancellazione da parte del contraente entro 5 giorni (festivi inclusi) dalla data di svolgimento dell’evento l’organizzazione emetterà un voucher pari all’importo versato utilizzabile per altre esperienze acquistabili sul sito www.visitrovereto.it. Tale voucher ha validità 6 mesi dalla data di emissione e potrà essere utilizzato per l’acquisto di una o più attività purché la prenotazione delle stesse avvenga in un’unica soluzione.
  • Nel caso di cancellazione da parte del contraente oltre il termine di cui al precedente punto l’organizzazione tratterrà il 100% dell’importo versato.
  • Nel caso in cui l’esperienza/evento venga confermato l’importo sarà imputato in conto prezzo.

FAQ / Informazioni utili

Il concerto fa parte di Settenovecento - Il Festival di Rovereto.

Prenotazione obbligatoria, entro le ore 16.00 del giorno precedente l’attività.

Per partecipare ai concerti è sempre necessaria la prenotazione o l’acquisto online dei biglietti. I posti non sono assegnati.

L’ingresso agli appuntamenti verrà disciplinato secondo le normative di contenimento della pandemia al momento in vigore.

ore 20.45 - Natura romantica
Concerto sinfonico con l’Orchestra Filarmonica Settenovecento

Rovereto | Teatro Zandonai

Leonardo De Lisi tenore
Achille Fait corno
Orchestra Filarmonica Settenovecento
Nicolò Jacopo Suppa direttore

Programma:
F. Mendelssohn
Ouverture Le Ebridi op. 26
B. Britten
Serenata op. 31 per tenore, corno e archi
R. Schumann
Sinfonia n. 1 La primavera op. 38

Biglietti: € 3 (max 450 partecipanti)

ore 23.30 - L'uomo che piantava gli alberi
i concerti della buonanotte

Rovereto | Monte Zugna (zona Osservatorio)

Fosca Leoni voce recitante
Coro S. Ilario
Federico Mozzi direttore
Lo spettacolo prende spunto dall’Agenda 2030 unendo il canto popolare di montagna e la storia tratta da un breve romanzo di Jean Giono dal titolo L’uomo che piantava gli alberi. Protagonisti il Coro S. Ilario di Rovereto e la giovane attrice Fosca Leoni.
Scenario il Monte Zugna dove correva il confine tra l’Italia e l’Impero Austro-Ungarico durante la Grande Guerra.
Il libro racconta di un pastore che nel suo camminare, mentre il gregge pascola, pianta semi di quercia consapevole del tempo necessario perché le piante crescano e del fatto che non tutti i semi attecchiranno. Alla fine la sua perseveranza verrà premiata e quella valle arida diventerà un grande bosco.
Oggi anche il Monte Zugna è una montagna ricca di prati e boschi ma, cento anni fa, dopo la Grande Guerra era un monte privo di alberi e pieno di crateri.
Lo spettacolo si snoda tra canti e letture che richiamano alle tematiche della montagna, della natura, della guerra e del difficile vivere in montagna.
... e al termine del concerto degustazione con tisana della buonanotte.
Accesso al sito del concerto tramite bus navetta con partenza da Corso Bettini alle ore 22.30.
Rientro con la navetta al termine del concerto.

In caso di pioggia il concerto si terrà presso la Sala Filarmonica con inizio alle ore 22.45.
Biglietti: € 6 navetta + concerto + tisana della buonanotte (max 90 partecipanti)
NB: la strada di accesso al Monte Zugna verrà chiusa dalle ore 22.00 in loc. Albaredo.


APT Rovereto

Corso Rosmini, 21

38068 Rovereto TN


Date

  • dalle ore 16.00 alle ore 24.00
  • vedi programma